VITERO 200 EW

VITERO 200 EW

FUNGICIDA SELETTIVO IN EMULSIONE ACQUOSA

Composizione
Penconazolo puro g 19,5 (= 200 g/L)
Coformulanti ed inerti q. b. a g 100

Formulazione
Emulsione in acqua

Registrazione
N. 14090 del 23/11/2007

Classificazione CLP
ATTENZIONE

Download
Scheda prodotto

Sds

Categorie: ,

Descrizione

Caratteristiche
VITERO 200 EW è un fungicida sistemico a base di penconazolo ad ampio spettro d’azione ad attività di tipo preventivo, curativo e bloccante con alcune differenze nell’importanza relativa ai suddetti meccanismi d’azione in riferimento ai diversi patogeni e alle condizioni ambientali.

Confezioni
Flaconi da 0,5 L
(confezioni da 20 pz)

Prodotto originale Syngenta

Informazioni aggiuntive

CLP

Attenzione, Corrosivo, Irritante / Nocivo, Tossico a lungo termine

Coltura

Carciofo, Cetriolo, Cocomero, Floricole, Lampone, Melo, Melone, Orticole, Peperone, Pero, Pesco, Piante Ornamentali, Piccoli frutti, Pomodoro, Tabacco, Uva da Tavola, Uva da Vino, Vite, Zucca, Zucchino

Patologie

Malattie da conservazione (Monilia fructigena, Penicillium spp), Marciume nero, Oidio, Ruggine, Ticchiolatura

Vite (pieno campo)
14 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe necator) Marciume nero della vite (Guignardia spp.)
15 ml/hl (150 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 7-10 giorni
tra la terza foglia distesa e la maturazione.

Melo, Pero (pieno campo)
14 giorni di carenza
Oidio (Podosphaera leucotricha)
16 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 5-10 giorni
a partire da fine caduta petali.

Pesco (pieno campo)
14 giorni di carenza
Oidio (Podosphaera tridactyla, Sphaerotheca pannosa)
25 ml/hl (375 ml/ha)
Max 2 applicazioni a distanza di 10 giorni
a partire da fine caduta petali.

Tabacco (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
con trattamenti preventivi.

Melone (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
dall’infiorescenza alla piena maturazione.

Melone (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra lo sviluppo terza foglia e la piena maturazione.

Cocomero (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’infiorescenza e la piena maturazione.

Cocomero (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra la terza foglia distesa e la piena maturazione.

Cetriolo (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’infiorescenza e la piena maturazione.

Cetriolo (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra la terza foglia distesa e la piena maturazione.

Pomodoro (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Leveillula taurica)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’inizio accestimento e la piena maturazione.

Pomodoro (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Leveillula taurica)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 7 giorni
tra la quarta foglia distesa e la piena maturazione.

Peperone (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Leveillula taurica)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Massimo 2 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’inizio accestimento e la piena maturazione.

Peperone (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Leveillula taurica)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Massimo 2 applicazioni intervenendo ogni 7 giorni
tra la quarta foglia distesa e la piena maturazione.

Zucchino (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’infiorescenza e la piena maturazione.

Zucchino (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra la terza foglia distesa e la piena maturazione.

Zucca (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Sphaerotheca fuliginea)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 3 applicazioni intervenendo ogni 8 giorni
tra l’infiorescenza e la piena maturazione.

Carciofo (pieno campo)
14 giorni di carenza
Oidio (Leveillula taurica)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Massimo 3 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra l’infiorescenza e la piena maturazione.

Fragola (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Sphaerotheca macularis)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Massimo 2 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
dallo stadio a botticelle precoce.

Fragola (serra)
3 giorni di carenza
Oidio (Sphaerotheca macularis)
25 ml/hl (250 ml/ha)
Max 2 applicazioni intervenendo ogni 10 giorni
tra la terza foglia distesa e la piena maturazione.

Mora, Lampone (pieno campo)
3 giorni di carenza
Oidio (Podosphaera aphanis)
20 ml/hl (200 ml/ha)
Max 1 applicazione
dall’emergenza delle infiorescenze.

L’indicazione della dose per ettolitro si riferisce al volume d’acqua di riferimento di 1500 L/ha per melo, pero e pesco; 1000 L/ha per vite, tabacco, orticole e le altre colture elencate. Indipendentemente dai volumi d’acqua impiegati per la distribuzione, si raccomanda di rispettare le dosi per ettaro indicate in tabella per ciascuna coltura.

 

Strategia antiresistenza: penconazolo è una molecola fungicida classificata dal Funcicide Resistance Action Committee in modalità di azione “G” codice FRAC 3, appartenente al gruppo dei DMI.
Per garantire il successo delle strategie di controllo delle resistenze, si consiglia l’impiego di Vitero 200 EW in maniera preventiva e nell’ambito di un programma di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo d’azione.

Avvertenze
In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi d’intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.